Tu lo conosci il farmaco?

Mercoledì 6 marzo si è tenuto presso l’aula magna della Statale l’incontro intitolato Tu lo conosci il Farmaco?  MOGLYNET: uno strumento europeo di formazione e ricerca per lo sviluppo del farmaco. A questo incontro hanno partecipato circa 800 studenti delle scuole superiori (licei scientifici e istituti tecnici). Una parte di questi era presente in aula magna mentre il resto ha potuto seguire il collegamento in streaming via web.

Leggi tutto “Tu lo conosci il farmaco?”

Il campus della Statale in Expo

Oggi desideriamo condividere con tutti voi uno dei traguardi a nostro avviso più significativi raggiunti dalla Statale negli ultimi anni: la costruzione di un nuovo campus universitario presso l’ex-area Expo di Rho Fiera che comprenderà anche dipartimenti di area biomedica.

Leggi tutto “Il campus della Statale in Expo”

Curarsi con le piante: il ruolo della ricerca scientifica

Per millenni le piante medicinali sono state una grande risorsa di agenti terapeutici ed ancora oggi molti farmaci derivano da prodotti di origine vegetale.  La disciplina che si occupa dello studio delle droghe vegetali e delle loro proprietà biologiche si chiama farmacognosia, il termine deriva dal greco φάρμακον = farmaco/veleno e γνῶσις = conoscenza.

Leggi tutto “Curarsi con le piante: il ruolo della ricerca scientifica”

Microglia e ricostruzione della mielina nell’ischemia cerebrale

Tutti sappiamo che il cervello è un organo fondamentale ma molto delicato ed è per questo motivo che deve assolutamente essere protetto da possibili danni. È definito tessuto immuno-privilegiato, proprio perché dotato di un elevato controllo dell’innesco dei meccanismi di difesa.

Leggi tutto “Microglia e ricostruzione della mielina nell’ischemia cerebrale”

Le vescicole extracellulari: postini o spazzini? Scopriamo il loro ruolo nella demenza frontotemporale

La comunicazione riveste un ruolo sempre più importate nella nostra vita: siamo nell’era delle connessioni no-limit, che ci permettono di conoscere tutto del mondo che ci circonda in tempo reale e di far conoscere al mondo il nostro io. Questo grazie all’avvento di tecnologie sempre più avanzate.

Leggi tutto “Le vescicole extracellulari: postini o spazzini? Scopriamo il loro ruolo nella demenza frontotemporale”

Chemioterapia, dolore e prochineticine

In Italia si registrano circa 1000 casi al giorno di diagnosi di cancro e questo numero è destinato ad aumentare. Banalmente possiamo dire che, includendo parenti, amici, personaggi pubblici, “conosciamo sempre più gente” affetta/guarita da forme tumorali. Nella prognosi tumorale un ruolo chiave è rappresentato dalla prevenzione e dalla diagnosi precoce, ma anche dall’efficacia di un corretto trattamento antitumorale.

Leggi tutto “Chemioterapia, dolore e prochineticine”

Un nuovo ospite: BioMeTra

Con questo post domenicale inauguriamo una collaborazione importante con un altro dipartimento di area biomedica del nostro Ateneo: il Dipartimento di Biotecnologie Mediche e Medicina Traslazionale, che amichevolmente chiameremo BioMeTra, come abbiamo fatto con il DiSFeB.

Leggi tutto “Un nuovo ospite: BioMeTra”

Rischio cardiovascolare, metabolismo e scompenso cardiaco: più prospettive per una sola proteina

Nell’iniziare a scrivere questo post, mi sono imbattuto in questa citazione:

“Dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse. E il mondo appare diverso.”

(Robin Williams ne “L’attimo fuggente”)

Leggi tutto “Rischio cardiovascolare, metabolismo e scompenso cardiaco: più prospettive per una sola proteina”

Sport e cervello, un legame di mutuo vantaggio?

Alle quotidiane discussioni tra genitori e figli che vedono i genitori schierati nel pensare che il tempo speso sui libri faccia meglio al cervello di quello passato sui campi di calcio o in piscina e che lo sport, specie se agonistico, non costituisca che una grande perdita di tempo, si contrappone un crescente numero di studi che dimostrano che i ragazzi bene allenati, soprattutto in sport aerobici, rispondo meglio ai test standard per le funzioni mnemoniche e di apprendimento, che giovani velocisti danno prestazioni migliori di coloro poco allenati al movimento in test di intelligenza e cultura e, infine, che i ragazzi che fanno regolarmente esercizio vanno meglio in matematica.

Leggi tutto “Sport e cervello, un legame di mutuo vantaggio?”

Sclerosi multipla: possibile riparare la mielina soltanto se l’infiammazione lo permette

Quelli nella foto sono oligodendrociti, le cellule del sistema nervoso centrale specializzate a produrre una particolare sostanza, la mielina, che forma una guaina attorno ai prolungamenti dei neuroni. Solamente con una mielina integra, gli impulsi nervosi possono propagarsi rapidamente da un neurone all’altro.

Leggi tutto “Sclerosi multipla: possibile riparare la mielina soltanto se l’infiammazione lo permette”