DiSFeB e DiSBioC all’Italian Research Day in the Word 2019

Lo scorso 5 aprile, nell’Auditorium Albert Luthuli presso la National Research Foundation a Pretoria (Sudafrica) si è svolto un “Workshop bilaterale sulle Malattie trasmissibili: HIV/AIDS, Tuberculosis and Malaria” in occasione dell’Italian Research Day in the World 2019 organizzato dall’Ambasciata Italiana a Pretoria, dall’Accademia delle Scienze del Sudafrica col supporto della South African National Research Foundation e del Department of Science and Technology del Governo sudafricano.

Dettagli al sito https://italianresearchday.iss.it/

Questo workshop ha rappresentato l’occasione per illustrare il Progetto bilaterale ITALY-South Africa Research Project on Malaria (ISARP), finanziato dai Ministeri degli Esteri dei due paesi e intitolato: “Farmaci di nuova generazione contro la trasmissione di Plasmodium falciparum per la eradicazione della malaria”. Il coordinatore è Pietro Alano dall’Istituto Superiore di Sanità di Roma, partner è Donatella Taramelli del Laboratorio di Parassitologia e Immunologia del DiSFeB, coadiuvata da Nicoletta Basilico del DiSBioC.  

Esperti scienziati provenienti da 15 diverse Istituzioni dall’Italia e dal Sudafrica sono intervenuti a Pretoria per presentare i più recenti risultati sui progetti e le collaborazioni in atto tra i due Paesi e per pianificare accordi scientifici e sinergie determinanti per combattere la malaria, la tubercolosi e l’HIV/AIDS, malattie ancora molto diffuse in Sudafrica e in tutto il continente Africano, e che necessitano di molte risorse e ricerca per essere risolte definitivamente.

L’approccio multidisciplinare, che copre diversi campi scientifici (microbiologia, biologia molecolare, entomologia, epidemiologia, diagnostica, immunologia e patogenesi) e il trasferimento tecnologico, in atto già da alcuni anni tra Italia e Sudafrica, hanno permesso di ottenere finanziamenti internazionali e di raggiungere risultati significativi. È desiderio di tutti che ci possa essere sempre maggior collaborazione bilaterale tra Italia e Sudafrica. A questo scopo, l’addetto culturale dell’Ambasciata Italiana a Pretoria, Pierguido Sarti, che ha organizzato il simposio, ha auspicato che si possano a breve pianificare progetti specifici di collaborazione in questi settori, finanziati da entrambi i paesi, che favoriscano mobilità tra ricercatori e attività di formazione condivise.

Il prossimo incontro del gruppo ISARP si svolgerà a MILANO il 24 maggio 2019, è organizzato da Donatella Taramelli e dal DiSFeB all’interno del Festival dello Sviluppo Sostenibile. Maggiori dettagli e il programma dell’evento si trovano a questo link o a fine pagina. 

Si tratta di un evento pubblico, intitolato ‘New tools for a Sustainable Control/Elimination of malaria Transmission’, aperto a tutti. Oltre a ricercatori italiani e sudafricani coinvolti nel progetto ISARP che si occupano di identificare metodi e molecole per produrre nuovi farmaci per bloccare la trasmissione della malaria, interverranno altri esperti tra cui Alessandra Della Torre dell’Università di Roma La Sapienza, che parlerà delle più moderne strategie per il controllo dei vettori della malaria (le zanzare del genere Anopheles), Esperanza Herreros, delegato dell’agenzia internazionale Medicine for Malaria Venture (MMV) di Ginevra, che discuterà gli impegni e gli investimenti di MMV per il controllo della malaria, e Marco Simonelli, rappresentante dei Friends of the Global Fund Europe, che illustrerà il ruolo cruciale svolto dal Global Fund, istituito nel 2001 proprio per la lotta all’AIDS,  malaria e tubercolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.